Tools
Search
Register Login

English (United Kingdom)GreekItalian - ItalyRomână (România)
workstreams
workstreams

workstreams (6)

 


La fase 6 prevede tutte le azioni finalizzate alla diffusione dei risultati e delle innovazioni proprie del progetto, così che esse possano essere trasmesse a tutti i settori delle attività professionali. La fase 6 prevede la realizzazione di:


  • - Conferenze Stampa
  • - Sito web
  • - Newsletter
  • - Materiale promozionale: opuscoli, volantini e manifesti;
  • - Libro: “Il sistema di istruzione del personale della Giustizia penale e i diritti fondamentali. Una tipologia europea”
  • - CD/ROM
  • - Conferenze

 

Diffondere, a livello europeo, la presente tipologia di formazione al rispetto dei diritti umani per il personale degli organi della Giustizia penale a livello europeo.  La fase 5 mira a far conoscere, agli organismi competenti sia nazionali che comunitari, le esperienze derivanti dall'attuazione degli standard europei per l'istruzione e la formazione al rispetto dei diritti umani fondamentali per il personale della Giustizia penale e l'effettiva attuazione dei corsi pilota di formazione, intesi come veri e propri ambienti educativi. Lo scopo finale del Progetto è quello di includere le conclusioni, risultanti dalla messa in pratica del progetto pilota sull'educazione ai diritti umani per il personale giudiziario ed amministrativo, e i riscontri ricevuti da tutti i soggetti interessati nell'elaborazione finale nel set definitivo di standard europei per l'insegnamento e la formazione, in accordo principi formulati nell'articolo 6 del Trattato dell'Unione Europea.

 

 

La fase 4 mira allo sviluppo, in ciascuno dei Paesi partecipanti, di programmi pilota, finalizzati a monitorare l’efficacia degli standard europei, così come sono stati definiti in precedenza nella fase 3.

La fase 4 è finalizzata alla costruzione e al miglioramento degli standard per l'istruzione e la formazione nel campo dei diritti fondamentali che sono stati formulati nella fase 3. Lo scopo è quello di verificare l'effettiva comunicazione, a tutti i soggetti della formazione di qualsiasi livello di istruzione, di forme di pensiero innovative e libere da pregiudizi e di norme di comportamento improntate alla professionalità per ciò che riguarda azioni di polizia, arresti e controlli, sentenze e condanne e in merito al trattamento dei condannati durante il periodo di detenzione e di libertà vigilata. 

I programmi pilota saranno realizzati nei quattro Paesi partecipati al progetto:


- Cipro

- Grecia

- Italia

- Romania

 


Elaborazione di norme comuni a livello europeo relative ai programmi di istruzione e formazione del personale della Giustizia Penale.La fase 3 mira alla elaborazione di un insieme di standard europei e di un sistema integrato di istruzione e formazione per il personale della Giustizia penale, circa i diritti umani fondamentali, che potrebbero essere adottati dalle istituzioni educative dei principali Stati membri della UE.


 

 


La fase 2 ha l'obiettivo di esaminare i vari principi, le opinioni e le problematiche fondamentali, istituzionali ed extra - istituzionali, così come sono percepiti e valutati dai professionisti che lavorano nei sistemi di formazione ed istruzione del personale della Giustizia penale. Lo scopo è quello di individuare gli effetti positivi e negativi di questi modelli di educazione e formazione in termini di trasmissione culturale, educazione e sensibilizzazione del personale ai temi dei diritti umani fondamentali.


La fase 2 prevede la realizzazione di interviste e discussioni con esperti al fine di rivelare comportamenti, considerazioni e opinioni del personale impiegato nelle strutture della giustizia penale.

 





La fase iniziale della ricerca FREE (Fase 1) mira alla descrizione e all'identificazione, in una prospettiva sia nazionale che comparativa, delle differenti normative istituzionali e dei problemi che sono presenti nei sistemi di formazione ed istruzione del personale del settore penale in relazione allo sviluppo di un etica relativa ai diritti umani fondamentali e al loro effettivo riconoscimento.


Saranno raccolti due tipologie di documenti: 


(1)    La prima tipologia si riferisce in generale alle direttive dell'UE, alle politiche e alle legislazione in materia di istruzione e formazione dei gruppi destinatari dell'intervento e all'articolo 6 del Trattato dell'UE (Diritti Fondamentali), nonché ai principali sistemi di istruzione e formazione, per il personale di polizia, del sistema giudiziario, carcerario e agli addetti alla sorveglianza dei detenuti in libertà vigilata dei Paesi partecipanti . 


(2)    La seconda tipologia si riferisce a rapporti di differenti ONG, alle sentenze delle Corti di Giustizia Penale, ai rapporti di organismi nazionali ed europei che descrivono le carenze nell'istruzione e nella formazione del personale della giustizia penale e i problemi connessi con la violazione, durante l'esercizio delle proprie funzioni professionali, dei diritti umani fondamentali. 


Entrambi i tipi di documenti contribuiranno all'elaborazione di resoconti nazionali focalizzati sulla struttura e i contenuti dei programmi di studio per il personale della giustizia penale.
La fase 1 prevede anche un'analisi comparativa dei contenuti dei programmi di studio per la formazione del personale degli organi della Giustizia Penale.

 

footer

 Il progetto FREE è finanziato dal programma comunitario 
“Diritti Umani e Cittadinanza”-DG Giustizia, Libertà e Sicurezza